Ritenzione idrica? Ecco come questi alimenti possono aiutarti

0
402

La ritenzione idrica è una patologia molto diffusa e che colpisce milioni di persone, soprattutto donne, difatti, si stima che ne sia affetta una donna su tre nel nostro territorio. Si tratta di liquidi che vengono trattenuti innaturalmente nel nostro organismo, sovrapponendosi tra le nostre cellule, in particolare, in quelle parti del nostro corpo che sono predisposte all’accumulo di grasso, come addome o cosce, causandone un gonfiore locale detto ‘edema’, quindi un improvviso aumento di peso. Le cause non sono specifiche, spesso tale patologia è dovuta per lo più ad una stile di vita errato, tuttavia vi sono alcune  malattie che potrebbero scaturirne la manifestazione, come ad esempio l’artrite o disturbi alla tiroide, è bene quindi accertarsi col proprio medico di quali possano essere i fattori di rischio.

La cura tradizionale prevede la correzione di alcune dannose abitudini che, come accennato prima, appartengono tutte ad uno stile di vita poco sano, come ad esempio il fumo, il consumo eccessivo di alcolici, l’assunzione esagerata di caffeina o l’attitudine a consumare prevalentemente cibi salati, quindi, colmi di sodio e poveri di potassio (minerale fondamentale per prevenire malattie cardiovascolari). Ad ogni modo, una dieta sana e bilanciata resta l’arma migliore per affrontare la patologia, in particolare il consumo di “alimenti particolarmente drenanti, diuretici, ricchi di acqua e con livelli molto bassi di sodio che possono aiutarti” come riporta il sito melarossa.it. Quali sono? Scopriamone alcuni esempi.

Che piacciano o meno, gli asparagi sono un vero toccasana per chi lamenta questi disturbi, infatti “essendo ricchi di potassio e poveri di sodio, gli asparagi favoriscono l’eliminazione dei liquidi, compresi quelli che rimangono intrappolati tra i tessuti. Sono quindi ottimi non solo per pulire le vie urinarie, ma anche per combattere la ritenzione idrica” come scritto sul sito starbene.it. Tale beneficio sarebbe dovuto ad una sostanza biologica presente negli asparagi, il glutatione, che possiede proprietà antiossidanti e aiuta l’organismo a depurarsi. 

Anche la rucola si rivela uno di quegli alimenti indispensabili per chi soffre di ritenzione idrica, difatti, è ricca di fibre prebiotiche, le quali favoriscono la regolarità intestinale e combattono il gonfiore. In fine la lattuga, la quale si è scoperto che “è legata alla presenza non irrilevante della quercetina, un antiossidante in grado di proteggere le cellule”, inoltre, “contiene acqua, vitamine e sali minerali, in quantità sufficiente a garantire un buon equilibrio idro-salino del nostro organismo. Ha pochissime calorie ed è ricca di fibre senza grassi” come riporta il sito nonsprecare.it