Alimentazione e stile di vita per sconfiggere la stanchezza autunnale

0
1503
stanchezza autunnale

La stanchezza autunnale è una sindrome non grave che colpisce almeno l’80% della popolazione italiana. Ma cos’è e cosa fare per sconfiggerla?

La stanchezza autunnale, detta anche astenia da cambio di stagione, è una sensazione che colpisce fisico e mente a causa dei cambiamenti portati dall’arrivo dell’autunno. Il passaggio dall’estate all’inverno, dal caldo al freddo, dalle giornate più lunghe all’ora solare, sono le cause principali della stanchezza autunnale.

La stanchezza autunnale comporta sintomi come la letargia diurna, ossia il desiderio di dormire durante il giorno e di non riposare di notte, la difficoltà di concentrazione e un senso diffuso di debolezza. Questi sintomi si sommano poi allo stress quotidiano e al ciclo mestruale per le donne.

Ecco dunque alcuni consigli e rimedi naturali per ridurre e addolcire i sintomi del cambio di stagione.

 

Rimedi naturali per ridurre i sintomi del cambio di stagione autunnale

Rimedi Naturali per ridurre i sintomi della stanchezza autunnale

1. Ridurre il consumo di proteine animali e privilegiare quello di proteine vegetali, che si trovano nei legumi e nella frutta oleosa (noci e mandorle).

2. Ridurre il consumo di grassi animali e preferire olio extravergine d’oliva spremuto a freddo oppure olio di semi di lino, che ha un contenuto di omega3 ancora superiore.

3. Eliminare drasticamente alcool e zucchero bianco raffinato.

4. Mantenere basso l’indice glicemico facendo attenzione all’uso di alimenti ad alto contenuto di zuccheri (consultare tabelle online per la lista dei cibi appropriati).

5. Eliminare cibi conservati e in scatola, ricchi di coloranti e additivi, e le bevande zuccherate e gassose.

Zuppa di legumi e cavolo nero

Integratori alimentari ideali per l’autunno

Secondo la macrobiotica, l’alimentazione può fare molto come rimedio naturale ai disequilibri di vario genere, sopratutto se ambientali.

Il cibo è quindi, secondo questa filosofia, il primo integratore che può permettere di attraversare la stagione dell’autunno con serenità e prepararsi all’inverno.

Il primo elemento su cui intervenire è il tipo di cottura: se d’estate abbondano i pasti crudi a base di frutta e verdura, in autunno si può inserire gradualmente la cottura, breve, con l’aggiunta di pochi condimenti grassi e riscaldanti.

La stagionalità di frutta e verdura è sempre e comunque da rispettare: la zucca e il cavolo, che iniziano proprio a fine settembre ad abbondare nei mercati, appartengono al gusto dolce, indicato in autunno.
È facile, se si ascolta il corpo, notare e seguire quanto ci comunica: si ha meno voglia di gelati e di frutta, perché raffreddano; lo zucchero, estremamente yin e quindi molto “freddo” dovrebbe essere evitato, sempre, ma in particolare in questo periodo. Inoltre lo zucchero predispone agli sbalzi di umore, già frequenti in questo periodo dell’anno, in cui la luce va via via diminuendo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTest 2
Articolo successivoDalla robotica al fengh shui, ecco come sarà la scuola del futuro
La Redazione del portale SoluzioniBio.it - dedicato ad Alimentazione Sana, Benessere e Stile di Vita, Prodotti Naturali e Bio, Cosmesi Naturale e Rimedi Naturali (quelli "della nonna", della nostra preziosa tradizione che non deve andare dispersa) - è composta da editori e giornalisti appassionati al tema del vivere bene fisico e psichico, seguendo il più possibile la Natura, evitando al massimo di intossicare il corpo e l'ambiente di vita con sostanze chimiche che portano con sé sempre degli effetti collaterali e nocivi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here