Scottature solari: ecco i rimedi naturali che funzionano davvero

0
3466

Si sa, sopratutto in questo periodo, godersi una bella giornata al mare prendendo il sole è una vera pacchia, specie se il proprio intento è quello di ottenere una tintarella da far invidia ai colleghi al proprio rientro in ufficio. Tuttavia, ciò che è importante tener a mente è che molte persone sono soggette alle scottature solari, le quali, oltre ad apparire decisamente meno ‘attraenti’ e belle da vedersi rispetto ad una sana abbronzatura, possono comportare seri rischi per la salute. Detto ciò, abbiamo deciso di proporvi in questo articolo i migliori rimedi naturali utili per rimediare a questo tipo di problema, senza dover quindi rinunciare al piacere di godersi la luce del sole. Vediamo insieme di che si tratta. 

Come suggerisce il sito nonsprecare.it, “per cominciare, potete provare a dare un po’ di sollievo alla pelle ustionata preparando un bagno rinfrescante. All’acqua tiepida aggiungete un bicchiere di aceto di mele, mezzo bicchiere di bicarbonato e un pizzico di sale grosso”. L’aceto di mele, che è l’ingrediente ‘chiave’ di questo rimedio, è utile per stimolare la produzione di melanina, ossia la pigmentazione atta a proteggere la propria pelle ogni qual volta che viene esposta ai raggi solari. Inoltre, questo rimedio previene il rischio di conseguenze più gravi della scottatura, grazie alle proprietà allevianti e disinfettanti di cui godono il bicarbonato e il sale. 

Un’altra soluzione rapida alle scottature solari sono le patate, o meglio, una semplice fetta di una patata. Già, avete letto bene: basta applicare la fetta di una patata sulla parte di pelle ustionata per circa 15-20 minuti per avvertire fin da subito una sensazione di sollievo e freschezza. Questo perché le patate contengono al loro interno la solanina, ossia una sostanza contenente una generosa percentuale di carboidrati e le ustioni, per guarire,  necessitano di glucosio, proveniente soprattutto dai carboidrati. La solanina ha quindi la capacità di impedire e scongiurare la formazione di vesciche che a lungo andare provocano le varie spellature antiestetiche e fastidiose. 

In fine, “il mix calendula e camomilla è molto efficace, e puoi preparare dei decotti con cui fare un impacco specifico per la pelle scottata. La calendula è utilizzata come rimedio naturale contro le ustioni, e in generale per la cura della pelle, mentre la camomilla è un calmante e disinfettante naturale. Puoi preparare un decotto con camomilla e olio di calendula, facendo bollire dell’acqua e tenendo in infusione la camomilla. Una volta scolato, aggiungi qualche goccia di olio di calendula, e imbevi una garza nel miscuglio tiepido, passandola poi delicatamente sulla pelle più volte e lasciando assorbire” come riporta il sito alfemminile.com

CONDIVIDI
Articolo precedenteSegni del costume: i rimedi per eliminarli
Articolo successivoLe zanzare sono un tormento? Ecco come allontanarle con questo trucchetto