Vene varicose, cosa c’è da sapere e rimedi naturali

0
820

Ognuno di noi vorrebbe gambe perfette, snelle e lisce, tuttavia, è impossibile quando si hanno le vene varicose, le quali costituiscono un vero e proprio disagio estetico per molte donne. Le vene varicose sono dilatazioni patologiche delle vene che nello specifico (in genere) riguardano gli arti inferiori e che assumono un un caratteristico andamento sinuoso. Come riporta il sito my-personaltrainer.it, “oltre all’insufficienza venosa- che ne costituisce la causa principale – le vene varicose possono essere conseguenza di svariati disturbi, quali:, trombi a carico delle vene profonde, compromissione dei vasi, deficienza della pompa muscolare, obesità e sedentarietà”. Seppur sia un disturbo piuttosto fastidioso, non c’è da preoccuparsi in quanto seguendo questi pratici ed utili consigli, il problema svanirà nel giro di due settimane. 

Primo tra tutti, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, l’aceto di mele è un valido prodotto naturale per il trattamento delle vene varicose; a tal proposito, tutto ciò che basterà fare sarà imbibire delle garze sterili o cotone con l’aceto e applicarle direttamente sulle zone interessate per qualche minuto circa, ricordandosi di rinnovare l’applicazione di tanto in tanto. Ripetendo tale procedura due volte al giorno, si noteranno fin da subito i primi cambiamenti positivi oltre al fatto che l’aceto di mele,  grazie alla sua straordinaria capacità di favorire la regolazione del pH della pelle, stimola la circolazione, rigenera i tessuti della pelle e favorisce l’eliminazione delle impurità, mantenendo cosi la propria pelle in salute. 

Un altro tra i migliori rimedi naturali per circolazione venosa è l’oleolito di rusco, ovvero l’estratto liposolubile derivato dalla pianta meglio nota come ‘pungitopo’; si applica una piccola quantità del prodotto sulle gambe, massaggiandole dalle caviglie fino all’inguine, per 10 minuti circa. “L’attività flebotonica del rusco (o pungitopo) è resa possibile grazie all’azione di una sostanza denominata ruscogenina. Essa ha la peculiarità di rendere più toniche ed elastiche le pareti dei vasi, di ridurre la fragilità capillare, aumentare il tono venoso e limitare ristagni che potrebbero essere alla base di ritenzione idrica e cellulite. In alternativa all’oleolito si può assumere l’estratto secco di rusco nella dose di 500 mg al giorno” come suggerisce riza.it

Ultimo ma non per importanza e facilmente reperibile in commercio è il gel di Aloe vera, la quale ricchezza di minerali, vitamine e lipidi, aiuta a sgonfiare e tonificare la pelle, eliminando il senso di pesantezza dato dalle vene dilatate. Applicandone una moderata quantità ogni sera e massaggiando leggermente fino al suo completo assorbimento, garantirà una pronta guarigione oltre ad un immediato sollievo. E’ inoltre importante ricordare che alla base della prevenzione delle vene varicose vi è un minimo di attività fisica, difatti, non c’è alleato migliore di una camminata ogni giorno (di almeno mezz’ora) per ripristinare il sistema circolatorio. 

CONDIVIDI
Articolo precedenteConsigli e rimedi naturali per pulire il forno
Articolo successivoIl cavolo viola: il miglior ortaggio per dimagrire e non solo