Cibo biologico, consumo in aumento per tutta la famiglia

0
1927
Biologico per la famiglia

Supermercati e discount: ora, i prodotti biologici, si comprano soprattutto lì e a prezzi modici, non come una volta quando i prodotti bio erano alimenti di nicchia da acquistare solo in negozi specializzati. Sono ormai due anni che l’acquisto di prodotti biologici nei supermercati ha superato di gran lunga l’acquisto degli stessi nei negozi specializzati, che oggi infatti sono in grossa sofferenza.

Questi sono solo alcuni dei dati pubblicati sul Focus Bio Bank – Supermercati & Specializzati 2017. Le catene della grande distribuzione, in particolare negli ultimi quattro anni, hanno scommesso sempre più sul bio, forti della crescente richiesta dei consumatori. Ma come mai cresce così tanto la voglia di biologico tra gli italiani?

Verdura biologica

Il motivo del successo del biologico

Il motivo principale del successo del biologico nelle grandi catene distributive sembra chiaro: un giusto rapporto qualità-prezzo, quindi alla portata di tutti. Ma è davvero così?
«Sì, il biologico oggi è davvero alla portata di tutti – conferma Rosa Maria Bertino, co-fondatrice di Bio Bank – è diventato democratico. Si trova ovunque e si trova anche a prezzi molto convenienti. Ma ovviamente non è tutto uguale. Per molte aziende è solo un modo per diversificare l’offerta, per altre una scelta di qualità, per le aziende storiche del settore è un valore che chiama altri valori: ambientali, etici e sociali. Quindi, solo per fare un esempio, posso acquistare pasta bio oppure pasta bio prodotta con un antico grano siciliano o ancora pasta bio prodotta con un antico grano siciliano e pizzo free. È sempre pasta bio, ma non è la stessa pasta!”.

Prodotti bio nei supermercati

Quale futuro, quindi, per i negozi di alimenti biologici?

“In un mercato dove l’offerta del biologico è sempre più orizzontale – conclude Rosa Maria Bertino –negozi specializzati hanno le chiavi per renderla verticale: conoscenza del settore, gamma imbattibile anche nel fresco (ortofrutta, gastronomia, panetteria), sinergia con produttori, storie e valori, integrazione con altre attività (ristorazione, benessere naturale, cultura), servizi (e-commerce) e consulenza personalizzata”.

Sempre più italiani scelgono il biologico

Gli alimenti biologici, infatti, consentono di controllare l’apporto di xenobiotici, cioè sostanze estranee all’organismo e dannose, come pesticidi, metalli pesanti e solventi. Ampiamente usati nell’agricoltura convenzionale, i pesticidi sono presenti nell’aria, nei terreni, e nelle falde acquifere e ci espongono costantemente a piccole quantità di residui tossici, aumentando il rischio di tumori, patologie tiroidee, malattie neuro-degenerative e allergie di vario genere. I più vulnerabili sono i bambini e le donne.
Alcuni pesticidi sono interferenti endocrini riconosciuti, cioè sostanze che alterano la corretta funzione degli ormoni umani e possono avere effetti, anche importanti, sul metabolismo ormonale.