Alito cattivo, ecco i migliori rimedi naturali che lo eliminano in un attimo

0
1618

L’alito cattivo è un problema piuttosto diffuso e chi ne soffre, lo sa bene, è motivo di grande imbarazzo. Purtroppo e spesso, non basta lavarsi bene i denti o mantenere una corretta igiene orale per scongiurare questo fastidioso disturbo, perciò, è bene sapere che spesso l’origine dell’alito cattivo è data da una cattiva alimentazione o da un problema di natura batterica. A tal proposito, vi sono alcune abitudini che possono aiutare a prevenire tali complicanze, come ad esempio cambiare abitualmente lo spazzolino o utilizzare dentifrici a base di fluoro, tuttavia, ci sono dei semplici e naturali rimedi utili ad eliminare le origini dell’alito cattivo. Innanzitutto, è bene premettere che per certe persone questo è un problema talmente evidente, tanto da far si che evitino di avere rapporti interpersonali, quindi, è bene non sottovalutare il problema e non considerarlo come un’esagerazione. 

Detto ciò, sul mercato ci sono moltissimi prodotti utili a risolvere il problema, tuttavia, spesso capita che tali prodotti contengano al loro interno alcuni composti chimici che si rivelano dannosi per l’organismo, quindi, la miglior cosa da fare è senza ombra di dubbio affidarsi ai più classici rimedi casalinghi o per meglio dire, ai cosiddetti ‘trucchi della nonna’ che sono infallibili da questo punto di vista. A tal proposito, le proprietà antibatteriche del bicarbonato di sodio possono aiutare davvero a fare la differenza, quindi, utilizzarlo per la propria igiene orale è davvero un’ottima idea. 

Come riporta il sito nonsprecare.it, “lavare settimanalmente i denti con il bicarbonato aiuta a neutralizzare i batteri che causano l’alito cattivo. Versate una piccola quantità di bicarbonato sullo spazzolino, quindi usatelo come d’abitudine”. Altrimenti, in alternativa, spremendo il succo di due limoni ed unendolo ad un cucchiaino di miele, cannella, bicarbonato ed acqua, si otterrà un collutorio naturale facile da preparare e che agisce direttamente all’origine dell’alitosi, quindi, eliminando i batteri che ne sono la principale causa ed eliminando il cattivo odore. Basterà farci dei gargarismi al mattino, appena svegli. 

Oppure, come suggerisce cure-naturali.it, “Con la salvia, il rosmarino, la menta e il basilico si possono inoltre preparare infusi da utilizzare come collutori una o più volte al giorno. Per un’azione antibatterica, è consigliabile aggiungere all’infuso un cucchiaino di bicarbonato di sodio. Dopo aver lavato i denti o quando si percepisce un cattivo sapore in bocca, si possono effettuare risciacqui con il collutorio a base di erbe aromatiche e bicarbonato per rinfrescare la bocca, stimolare la produzione di saliva e contrastare l’azione dei batteri”. 

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl bicarbonato di sodio per dimagrire: ecco come utilizzarlo
Articolo successivoCovid 19 e vitamina D, ecco la svolta che può salvare la vita