Cistite, in estate è più frequente. Ma puoi prevenirla (e curarla) in modo naturale

0
857

Le donne lo sanno: la cistite è una vera nemica. Soprattutto delle donne. Come la cellulite e tutto il resto. Fortunate, eh? Ma non siamo qui per discutere di questo, siamo qui per parlare di cistite, della cistite che colpisce soprattutto in estate e dei rimedi per stare meglio. La cistite è un’infiammazione della mucosa vescicale che colpisce, appunto, soprattutto il sesso femminile a causa della conformazione anatomica dell’uretra, che è più breve rispetto a quella dell’uomo. Secondo alcune stime, oltre il 50% delle donne soffre di cistite almeno una volta nell’arco della vita.

E pare che l’infezione sia molto più frequente dopo i 20 anni. Tra gli altri fattori di rischio ci sono i rapporti sessuali e una scarsa igiene intima. Basti pensare che una delle cause scatenanti più frequenti di cistite è l’Escherichia coli e cioè un batterio intestinale. Anche il ciclo mestruale può influire sulla cistite. In che modo? Per via delle variazioni ormonali che fanno aderire meglio i batteri durante i giorni del ciclo (e meno in fase ovulatoria). Ma se è vero che la cistite colpisce più che altro le donne, è anche vero che può colpire anche gli uomini e associarsi a prostatite batterica e ostruzioni. Continua a leggere dopo la foto

Ma come si manifesta la cistite? Il primo sintomo, in genere, è il tipico bruciore durante la minzione. Un altro sintomo è la sensazione di non aver completamente svuotato la vescica: si avverte il costante bisogno di urinare, anche dopo essere andate al bagno. Quando l’infiammazione è più seria può comparire anche sangue nelle urine. In tal caso si parla di cistite emorragica. Ma non tutte le cistiti sono uguali e talvolta possono non comparire bruciore e sensazione di dover svuotare la vescica, in compenso l’infiammazione può dare origine a una leggera febbre che non se ne va.

Anche un’urina maleodorante può essere un sintomo della cistite e può comparire prima della manifestazione degli altri sintomi. E ancora è bene fare attenzione a urine torbide, sensazione di pesantezza al basso ventre e bruciore nella zona genitale. Tutti segni di infiammazione delle vie urinarie. È importante intervenire subito per evitare che i sintomi peggiorino e che l’infezione arrivi fino ai reni. Continua a leggere dopo la foto


Si cura solo con l’antibiotico? Non è detto. Non appena si manifestano i primi sintomi, come le urine maleodoranti o torbide, è bene aumentare il consumo di acqua che diluisce la carica batterica (un errore che fanno molte donne è quello di non bere per non ‘soffrire’ a fare pipì). I rapporti sessuali, se non danno fastidio, possono non essere evitati purché si usi il profilattico. Se la cistite non è particolarmente grave, un ottimo rimedio per contrastarla possono essere i fermanti lattici che riequilibrano la flora batterica e aiutano il corpo ad aumentare le difese immunitarie.

Anche il bicarbonato di sodio è un valido aiuto, specie quando la cistite è in fase acuta. Ne basta un cucchiaino sciolto in un bicchiere d’acqua 5 volte al giorno: in questo modo diminuisce l’acidità dell’urina. Attenzione, però, a non usare troppo a lungo il bicarbonato: va usato solo in fase acuta e per un massimo di due giorni. Altro rimedio naturale ottimo contro la cistite è il D-Mannosio, uno zucchero semplice estratto dai legni di larice e betulla. Continua a leggere dopo la foto

Utile anche per prevenire la cistite, attrae a sé i batteri e li elimina con la minzione. Inoltre impedisce loro di annidarsi nelle pareti della vescica. Chi soffre spesso di cistite farebbe bene a non farselo mai mancare. Si trova sotto forma di integratori ed è davvero molto efficace.

Anche il mirtillo rosso americano, sempre sotto forma di integratori, è utile sia per prevenire che per curare e agisce più o meno con lo stesso meccanismo del D-Mannosio. Ricco di acido citrico, il cranberry è lenitivo e disinfettante, oltre a essere un ottimo alleato del microcircolo. Quando la cistite è a uno stadio avanzato, i semi di pompelmo, che agiscono come un vero e proprio antibiotico, sono la soluzione ideale. Si trovano in erboristeria e andrebbero usati nei cambi di stagione e prima di andare in vacanza al mare per proteggersi non solo dalla cistite ma anche dalla candida.

Sicuro di bere abbastanza? Occhio alla disidratazione: si manifesta con questi sintomi insospettabili

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here