Ecco alcune cattive abitudini serali che fanno ingrassare

0
534

Chi cerca di perdere peso sa quanto può esser frustrante il tempo che ci vuole per perdere i chili di troppo, continue rinunce e sforzi per lenti e poco evidenti miglioramenti che talvolta arrivano anche dopo intere settimane, tuttavia, potrebbe rivelarsi interessante sapere come alcune abitudini serali possono incidere sul nostro organismo, impedendoci di perdere peso e facendoci ingrassare. Spesso adottiamo queste cattive abitudini che finiscono col compromettere il nostro benessere e la nostra salute anziché farci stare bene. 

Primo tra tutti, conoscere e rispettare l’importanza del sonno è fondamentale fini di mantenere un ideale peso forma e spesso, a causa delle molte cose di cui ci si deve occupare durante la giornata, si finisce con l’andare a letto più tardi del dovuto o svegliarsi prima la mattina, di conseguenza, ci si alza dal letto senza esser veramente riposati. Il mancato sonno comporta un rallentamento del metabolismo, ciò implica una difficoltà nel perdere peso e la tendenza ad ingrassare, inoltre, scaturisce sensazioni di perenne fame e stanchezza. Dormire, per tanto, è di fondamentale importanza e per gli adulti si raccomandano 8 ore di sonno a notte. 

Un altro fattore molto incisivo e dalle conseguenze poco gradevoli è il consumo di cibi fritti prima di andare a dormire, difatti, i cibi fritti “apportano molte calorie che difficilmente riusciamo a consumare e che si trasformeranno in grasso, oltre a non farci dormire bene” come suggerisce il sito viverepiusani.it. Anche il consumo di alimenti piccanti è fortemente sconsigliato, in quanto alcune spezie possono comportare una cattiva digestione, non facendoci dormire bene e possono provocare bruciore di stomaco, per tanto, data la loro straordinaria capacità di accelerare il metabolismo, se ne raccomanda il consumo durante le ore diurne, in modo tale da facilitare il processo di digestione e smaltimento. 

Mangiare dolci o derivati dello zucchero, è altrettanto controindicato, questo poiché lo zucchero e la farina tramutano in cellule adipose, calorie difficili da bruciare durante la notte; anziché mangiare una fetta di torta si potrebbe prediligere il consumo di un pò di frutta, sana e che non comporterà in alcun modo difficoltà digestive. Per concludere, paradossalmente anche saltare la cena può rivelarsi controproducente, difatti, saltare i pasti rallenta il metabolismo, comporta una sensazione di fame più intensa al pasto successivo e può causare ansia e depressione.