Fitness al mare, gli effetti benefici della beach walking

0
2367
Beach Walking camminare sulla spiaggia

In estate, nonostante il caldo, si moltiplicano le occasioni per fare attività fisica all’aria aperta e, se siete al mare, perché non approfittare di una camminata in acqua?

La “beach walking” può farti perdere fino a 600 calorie in un’ora. Il perché è presto detto: camminare in spiaggia sul bagnasciuga permette di consumare più calorie rispetto alla passeggiata che facciamo di solito sull’asfalto perché richiede uno sforzo fisico maggiore. Inoltre, questo tipo di attività, rispetto all’allenamento in palestra non ha alcun costo.

Passeggiare in riva al mare sotto il sole ti permette di ricaricarti di vitamina D, una sostanza fondamentale per la salute delle ossa.

Per evitare scottature e altri danni dovuti all’esposizione solare ricordati però di proteggere sempre  la pelle con una crema adatta al tuo fototipo, e di evitare le ore più calde.

Ecco un elenco dei benefici effetti del camminare in acqua, al mare o in piscina: e potete scegliere di farlo in acqua bassa o in acqua alta (per incrementare la fatica e lo sforzo, e dunque il consumo di calorie).

Camminare in acqua bassa, perché fa bene

Camminare a piedi nudi sulla sabbia e in acqua bassa è molto utile; innanzi tutto avremo un massaggio naturale in grado di eliminare il senso di stanchezza e di pesantezza alle gambe e, in generale, a tutto il corpo. Ma non solo; stando all’aria aperta e in riva al mare, anche l’umore migliorerà, le tensioni se ne andranno, e vi sentirete immediatamente più rilassati. Senza contare che, camminando sulla sabbia, si fa più fatica rispetto alla classica camminata sull’asfalto e quindi brucerete più calorie, rimettendovi in forma e tonificando i muscoli delle gambe e snellendole.

Il massaggio che i granelli di sabbia fanno al piede ha un effetto esfoliante. Il risultato? Oltre a rilassarti, elimini le cellule morte in questa zona del corpo che impediscono il turnover cellulare e ti prendi cura della tua pelle.

Grazie alle endorfine, sostanze che il cervello produce durante l’attività fisica e che favoriscono il rilassamento, tieni a bada le reazioni emotive come tensione, preoccupazioni e ansia, e ne trae giovamento anche l’umore.

I benefici di una beach walking in acqua alta

Intanto potrete fare tutti gli esercizi che vorrete perché più lontani dal caos: non è il caso di mettersi a fare movimenti ed esercizi tra bambini che giocano a palla, spruzzi, canotti e materassini!

Considerate che l’acqua deve arrivarvi alle spalle. Una volta raggiunto il luogo idoneo potrete cominciare con diversi movimenti: saltelli sul posto, slanci delle gambe, rotazioni delle braccia, jogging a passo regolare anche sul posto, camminata laterale, camminata a ginocchia alte; tutti gli esercizi fatti in palestra si possono replicare in acqua: è la resistenza dell’acqua a potenziare lo sforzo.

La camminata in acqua profonda è adatta anche a chi non sa nuotare. Il freddo dell’acqua è un vasocostrittore che restringe i vasi sanguigni e impedisce il ristagno venoso, quindi camminare al mare o in piscina, anche senza il potenziamento degli esercizi, fa bene comunque, anche ai più pigri. Migliora la circolazione, sgonfia gambe e caviglie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here