Come conservare frutta e verdura fresca il più a lungo possibile

0
2791
conservare frutta e verdura fresca

Per combattere il caldo dobbiamo mangiare frutta e verdura in quantità, ricche di acqua e sali minerali. Consiglio ragionevole, se non fosse che da quando comincia il caldo riuscire a conservare gli ortaggi senza lasciarli andare a male sembra un’impresa.

Secondo Coldiretti, un frutto su quattro finisce in spazzatura prima di approdare sul nostro piatto a causa del caldo. Un vero peccato.

Per limitare gli sprechi e non far marcire frutta e verdura l’organizzazione di imprenditori agricoli ha elaborato il seguente vademecum in 10 punti.

Banana andata a male

10 regole a cui attenersi per non far marcire frutta e verdura con il caldo

  1. Effettuate acquisti ridotti e limitati nel tempo. La spesa una volta alla settimana sarà anche comoda, ma dopo alcuni giorni potrete scordarvi prodotti ancora perfettamente freschi. Cercate di pianificare le pietanze che servirete a tavola e acquistatele di volta in volta.
  2. La scelta è fondamentale: prediligete frutta e verdura dall’aspetto turgido, non appassita e con il giusto grado di maturazione. Se non pensate di consumarla immediatamente, evitate di infilare nel carrello quella troppo “avanti”.
  3. Acquistate prodotti locali. Preferire merce a “chilometro zero”, giova all’ambiente ma anche al vostro frigo. I prodotti dei mercati locali o degli agricoltori della vostra regione, dovendo subire trasporti più brevi, arriveranno probabilmente più freschi nelle vostre case. frutta fresca
  4. Scegliete frutta e verdura di stagione, avranno tempi di maturazione naturali.
  5. I frutti interi, come anguria e melone, si conservano più a lungo.
  6. Se avete varie commissioni da fare, acquistate frutta e verdura per ultime, appena prima di tornare a casa: il tempi di attesa verso il frigorifero saranno più brevi.
  7. Se andate a far la spesa in auto, evitate di mettere la sporta nel bagagliaio, notoriamente incandescente. Lasciatela piuttosto sul sedile posteriore e accendete l’aria condizionata. Per una spesa più ecologica, potreste scegliere la bici, portando con voi una piccola borsa frigo per tenere in fresco gli alimenti.
  8. Una volta a casa, mantenete separate le varie tipologie di frutta e verdura acquistate: un frutto marcio contaminerà velocemente anche quelli vicini. Togliete gli ortaggi dalle buste di plastica e inseriteli nei sacchetti di carta, che eviteranno l’effetto condensa mantenendo gli alimenti al fresco.
  9. Separate la frutta che volete consumare a breve da quella destinata a rimanere in frigo. La prima può essere riposta nel portafrutta. Quella di scorta andrà messa in frigo, lontana comunque dalle pareti refrigeranti che la farebbero bagnare e ghiacciare.
  10. Le ammaccature favoriscono la marcescenza. Per prevenirle, adagiate la frutta direttamente sul contenitore evitando di impilare un ortaggio sopra all’altro. Oppure scegliete la frutta ammaccata come quella da consumare per prima