Aceto di mele per combattere la cellulite su gambe e glutei

0
1213
Aceto di mele per combattere la cellulite su gambe e glutei

La natura ci ha dato tutto quello che ci serve per stare al mondo in un certo modo, peccato che non sempre facciamo l’uso che dovremmo di ciò che ci è stato donato.
Vuoi essere più bella? Vuoi eliminare la cellulite e quel terribile effetto “buccia d’arancia” che attanaglia cosce e glutei? Ricordati che contro la cellulite, prima di qualunque rimedio, possono la costanza e la pazienza.

Prova a veder cosa succede usando l’aceto di mele: è economico, ce l’hai già in casa e non è detto che debba portarti addosso l’odore pungente dell’aceto. Ecco come utilizzarlo.

Aceto di mele, il vero killer della cellulite! Ecco come utilizzarlo

Aceto di mele contro la cellulite di cosce e glutei

Ingredienti

  • 15 ml di aceto di mele mescolato alla vostra solita crema idratante o ai vostri oli essenziali.

Procedimento

Dovete usare questo rimedio naturale due volte al giorno, la mattina dopo aver fatto la doccia e poi prima di andare a dormire.
Basta semplicemente aggiungere l’aceto di mele alla vostra crema idratante e usarla per massaggiare le zone affette dalla cellulite, come cosce e glutei. Fate un bel massaggio circolare, in modo da riattivare la circolazione.

Se volete, potete aiutarvi anche con un mattarello di legno o con una spugna esfoliante per ottenere un massaggio più profondo. Vi consigliamo di applicare questi rimedi contro la cellulite tutti i giorni.

La cosa più importante è essere costanti e non dimenticare mai che la cellulite è un nemico contro il quale c’è bisogno di tempo e pazienza, quindi questo è il momento giusto per partire con costanza: tempo ce n’è per arrivare in forma all’estate. Seguite una dieta corretta e non dimenticate di fare attività fisica.

aceto di mele per combattere la cellulite

Come riconoscere un buon aceto di mele

Contrariamente a quello che si pensa, l’aceto di mele migliore è un po’ torbido, meglio ancora se con qualche filamento sulla superficie. Un aceto distillato ha infatti un aspetto apparentemente migliore, più limpido e cristallino, ma in realtà ha perso la maggior parte delle sostanze che lo rendevano così sano ed efficace.
Attenzione anche al prezzo: un buon aceto di mele deve essere di origine biologica, ed ottenuto da buccia + polpa + torsolo delle mele.

Molte industrie, invece, utilizzano la polpa delle mele per produrre la composta, mentre succo e torsolo vengono considerati scarti e quindi impiegati per realizzare l’aceto di mele. In questo modo però si perdono le sostanze nutritive presenti nella polpa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here