Perché il collagene è così importante per la pelle?

0
295

L’abbiamo sentito nominare migliaia di volte, potremmo anche usare un prodotto skincare che lo contenga, ma forse non sappiamo perché è così vitale per noi. Stiamo parlando del collagene, una delle proteine ​​più importanti dell’organismo, poiché rappresenta più del 25% delle proteine ​​totali presenti nell’organismo umano.

Lo troviamo in tutte le strutture essenziali del corpo, come ossa, tendini, legamenti e pelle. È responsabile della generazione di fibre molto resistenti e flessibili (le fibre di collagene) che fanno funzionare correttamente gli ingranaggi di tutti i tessuti.

Il collagene conferisce alla pelle le sue proprietà di resistenza, cioè la capacità di ritrovare il suo posto dopo varie sollecitazioni. L’organismo lo produce per tutta la vita, anche se la sua produzione rallenta notevolmente nell’età adulta: tra i 20 e gli 80 anni, la quantità di collagene nativo diminuisce del 65%

Esistono diversi tipi di collagene, che contribuiscono alla compattezza della pelle. Nel derma, il collagene è combinato con altre molecole presenti nella pelle, come l’acido ialuronico o l’elastina.

La progressiva perdita di collagene nel nostro organismo provoca un indebolimento delle strutture epiteliali (tessuti composti da più strati di cellule), rendendola più sottile e flaccida, più rugosa. Secondo gli esperti, la pelle flaccida porta ad una diminuzione della quantità e della qualità delle fibre di collagene. Il collagene solubile viene così ridotto e il collagene insolubile aumenta.

Tuttavia, l’invecchiamento cutaneo non distrugge il collagene, ma ne diminuisce la produzione. E sebbene il tempo sia il principale responsabile dell’usura del collagene sulla pelle, ci sono fattori che ne promuovono la perdita e distruggono le riserve esistenti nel corpo, come lo stress, l’eccessiva esposizione al sole o una dieta povera di minerali, vitamine e aminoacidi. Nel caso del sole, il collagene viene scomposto e la sua sintesi limitata.

Suggerimenti per compensare la tua perdita di collagene

Sebbene sia impossibile mantenere livelli stabili per tutta la vita, ci sono fattori che possono aiutarci a compensare la perdita di collagene e rallentare i danni alla pelle.

  • Alimenti ricchi di vitamina C: è importante seguire una dieta equilibrata, così da prevenire la distruzione del tessuto di collagene sulla pelle e migliorare i livelli di idratazione della pelle. Carne, pesce, latticini e uova sono una buona fonte di collagene per il nostro organismo. Allo stesso modo, il consumo di frutta e verdura ricca di vitamina C, come: peperoni, kiwi, agrumi (arancia, limone, ecc.), melone, fragole, more, cavoli e pomodori favorisce la produzione di collagene;
  • Vitamina E, più suoi derivati. In questo caso, inserire la vitamina E nella nostra dieta o in modo banale ci aiuterà a proteggere le fibre di collagene e l’elastina. Alcuni alimenti che lo contengono sono: olio di oliva, mandorle, spinaci, quinoa, salmone o pinoli.
  • Soluzioni dermocosmetiche: se è vero che le formule dermocosmetiche più avanzate non sostituiscono la presenza del collagene naturale della pelle, ma aiutano ad aumentare la resistenza, il tono e l’elasticità della pelle. Tra questi trattamenti segnaliamo creme al collagene come Caudalie Resveratrol Lift crema cashmere e fiale e proteoglicani di vitamina C pura, che prevengono le rughe su viso e collo, nonché la flaccidità cutanea. Queste soluzioni restitutive e antiossidanti hanno anche un duplice effetto: un immediato miglioramento della levigatezza della pelle e, a lungo termine, rassodano la struttura della pelle.

Come stimolare la produzione di collagene nella pelle?

Per stimolare al meglio la produzione di collagene del proprio corpo, l’ideale è abbinare l’utilizzo di trattamenti formulati con principi attivi in ​​grado di stimolare la produzione di collagene, e adottare un semplice rituale di massaggio quotidiano

Ad esempio, i massaggi tonificanti del viso al mattino possono aiutare a rafforzare i muscoli facciali e donare alla pelle un aspetto più sodo e meno stanco. In particolare, puoi prendere l’abitudine di effettuarli quando applichi la tua crema, fare movimenti circolatori dall’interno verso l’esterno del viso. È inoltre necessario evitare tabacco e alcol e seguire una dieta equilibrata. 

Questi trattamenti permettono di combattere l’invecchiamento cutaneo, di ridurre i segni del tempo, di attenuare le rughe in diverse zone del viso e di ridare tono alla pelle.

Ora che conosciamo l’importante ruolo che il collagene svolge sulla nostra pelle, forse prenderemo coscienza della necessità di abbinare una dieta ricca di antiossidanti con l’applicazione di prodotti dermocosmetici per compensarne la perdita. Potremmo non ottenere l’eterna giovinezza, ma avremo una pelle sana più a lungo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMacchie sul viso: quali sono le cause e come rimuoverle?
Articolo successivoDalla natura i rimedi contro la caduta quotidiana dei capelli