Sapone liquido o sapone solido: qual è il migliore?

0
469
Sapone liquido o sapone solido: qual è il migliore?

Il sapone liquido è entrato prepotentemente nelle abitudini dei consumatori italiani da diversi anni grazie alla sua praticità. La saponetta solida, antichissima e del tutto naturale, è più duratura ma non è adatta alla pelle di tutti: ecco come orientarsi nella scelta di un sapone liquido o solido.

Il sapone solido è più ecofriendly

Il sapone solido viene generato da un processo completamente naturale, che consiste nel mettere a contatto acidi grassi vegetali con soda caustica: al termine della saponificazione si ottengono i sali di potassio degli acidi grassi, ovvero i tensioattivi anionici. La soda è conosciuta per essere una sostanza particolarmente corrosiva e aggressiva, che conferisce al sapone tradizionale un alto potere sgrassante, in grado di eliminare lo sporco superficiale e i germi che si sviluppano sulla patina di grasso presente sulla superficie della pelle.

Il sapone prodotto con il metodo tradizionale è perfettamente eco-sostenibile, poiché si scioglie completamente in acqua senza generare residui dannosi per l’ambiente. Inoltre, gli imballaggi delle saponette sono realizzati normalmente in cartone, quindi risultano completamente biodegradabili.

Il sapone liquido è più delicato e versatile

Il sapone liquido non è un vero sapone, cioè non è generato a partire dal processo di saponificazione tradizionale. Al contrario, viene prodotto a partire dalla miscelazione di tensioattivi di origine sintetica (anionici, cationici, non ionici) che risultano molto più delicati sulla pelle di quanto sia un sapone classico.

A questa miscela di base vengono aggiunte altre sostanze come agenti schiumogeni ed estratti naturali di varia natura che sono in grado di conferire al sapone delle specifiche proprietà. Ad esempio, i saponi liquidi che contengono estratti di camomilla possiedono caratteristiche calmanti ed emollienti, questo ingrediente è infatti largamente utilizzato in campo erboristico.

Ad alcuni saponi liquidi possono essere aggiunti anche oli naturali che migliorano l’idratazione della pelle: si tratta di saponi particolarmente adatti alle pelli sensibili oppure a lavaggi frequenti.

È chiaro quindi che il sapone liquido è in grado di soddisfare molte esigenze differenti, poiché la sua composizione profondamente versatile è in grado di accogliere molti tipi di additivi che ne modificano le proprietà.

Il sapone liquido è più igienico?

Su questo punto si apre una lunga diatriba: la diffusione commerciale del sapone liquido è stata basata principalmente sul fatto che la saponetta deve passare di mano in mano, mentre grazie al dispenser nessuno si lava le mani con la stessa goccia di sapone liquido.

In base a questo principio, quindi, la saponetta risulterebbe meno igienica rispetto al sapone liquido, poiché verrebbe “contaminata” dai batteri potenzialmente presenti sulle mani dei vari utilizzatori. In realtà germi e batteri non possono svilupparsi sulla saponetta a causa del pH troppo acido per consentirne la vita.

A parità di igiene, però, il sapone liquido possiede gli innegabili vantaggi della praticità, della delicatezza e della versatilità insita nella loro formulazione.
L’importante è scegliere accuratamente un prodotto di qualità e in grado di rispondere in maniera adeguata alle esigenze dei suoi utilizzatori.

Sul sito ufficiale Neutro Roberts, all’indirizzo https://www.neutroroberts.it/prodotti/sapone-liquido/ è possibile scegliere tra una vasta gamma di prodotti, tutti estremamente sicuri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here