Alito cattivo, che imbarazzo! Ecco il rimedio (casalingo) per eliminare il problema

0
266

L’alito cattivo è un problema molto diffuso e chi ne soffre sa bene quanto sia fonte di imbarazzo. Al punto che ci sono persone che evitano di avere rapporti interpersonali ‘ravvicinati’ pur di non sentirsi a disagio e imbarazzare anche gli altri. Ma ‘tenersi a distanza’ non è sempre semplice, tantomeno parlare con la mano davanti alla bocca. Le cause dell’alito cattivo sono da ritrovare in una cattiva alimentazione o da un’origine batterica, ma la buona notizia è che esistono rimedi semplici e naturali per rimediare a questo problema. Prima di tutto però (e prima che se ne accorgano gli altri) è bene prendere consapevolezza di soffrirne.

Il metodo più semplice consiste nel leccare l’interno del polso con la parte posteriore della lingua e aspettare alcuni secondi per far asciugare la saliva. Quindi annusare il polso: se l’odore residuo è sgradevole, c’è una buona probabilità che lo sia anche l’alito. Naturalmente in commercio esistono diversi prodotti per contrastarlo e una buona igiene orale è fondamentale, ma vi proponiamo una soluzione tutta naturale per liberarvi di questo imbarazzo.

Per contrastare l’alito cattivo si può facilmente preparare in casa un collutorio naturale con cui fare gargarismi al mattino appena svegli. Gli ingredienti sono quasi tutti di uso quotidiano, molti dei quali, ci scommettiamo, li avete già a disposizioni. Servono 2 limoni, una tazza di acqua tiepida, mezzo cucchiaio di polvere di cannella, un cucchiaio di miele e un cucchiaio di bicarbonato di sodio.

Preparazione: spremi i 2 limoni, aggiungi il miele, la cannella e il bicarbonato, poi versa all’interno della ciotola l’acqua e mescola per bene. Perché funziona? Il miele e la cannella hanno proprietà antibatteriche e ostacolano i batteri che sono la principale causa dell’alito cattivo, il bicarbonato pulisce a fondo e il limone elimina il cattivo odore.

Body brushing, la spazzola miracolosa che fa impazzire le donne: ecco a cosa serve

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here