Il segreto che viene dall’Oriente: acqua di riso per capelli più lunghi

0
686

Dall’estremo oriente fino alle città industrializzate del Occidente, è il sogno di ogni donna avere una folta e lunga chioma, ed è proprio dall’oriente che arriva il segreto per averla. A tal proposito, per molti secoli, le donne cinesi hanno sfruttato le straordinarie proprietà di un prodotto naturale i cui benefici pare che consentissero loro di avere capelli talmente lunghi da toccare il pavimento. Nello specifico, si tratta dell’acqua di riso, potente elisir di bellezza in grado di far crescere i capelli forti e lucidi ma non solo, difatti, le geishe giapponesi, la sfruttavano anche per mantenere la pelle del proprio viso luminosa e priva di impurità. Ma entriamo nel dettaglio e vediamo come la si può sfruttare ad oggi per avere tutto questo. 

Innanzitutto, come suggerisce il sito beauty.vogue.it, è bene premettere che “l’acqua di riso contiene molte sostanze nutritive che servono a rafforzare la struttura del capello, a migliorarne l’elasticità e contribuiscono a riparare i capelli fragili e spezzati, donando loro lucidità e morbidezza”, difatti, “è ricca di proteine, vitamina B, acido folico, ferro, potassio, zinco e magnesio”. Inoltre, è uno dei migliori rimedi da preparare a casa e il costo è praticamente pari a zero, considerando che il riso è uno di quei prodotti la cui presenza è praticamente “obbligatoria” in ogni dispensa. Ma torniamo a noi e vediamo in che modo lo si può sfruttare per migliorare la salute e l’estetica dei propri capelli. 

Esistono diversi metodi per ricavare l’acqua di riso e tra i più semplici (e opportuni) il primo prevede che la si ottenga dalla cottura di quest’ultimo, oppure, in alternativa, si può usare un metodo che non ne prevede la bollitura, ovvero disponendo mezza tazza di riso in un contenitore contenente dell’acqua (a temperatura) e lasciandolo in ammollo per 15 minuti circa, per poi filtrare il tutto. Ma come la si utilizza sui capelli? Come riportato su chedonna.it, “l’utilizzo è molto semplice, una volta terminato lo shampoo, massaggiate delicatamente il cuoio capelluto per circa 10 minuti. Fatto ciò, si passerà a  risciacquare la chioma e il gioco è fatto.

Tale procedimento andrebbe effettuato per 2 o 3 volte a settimana e per renderlo ancora più efficace, all’acqua di riso ci si può aggiungere qualche goccia di olio essenziale al rosmarino o alla lavanda, entrambi utili a stimolare il follicolo e la crescita del capello. Cosi facendo, col passare delle settimane, la crescita dei propri capelli sarà molto più intensa e si potrà dire addio alle fastidiose doppie punte, cosi come ai capelli secchi e sfibrati: provare per credere!

CONDIVIDI
Articolo precedenteBanana bollita, ecco il potente rimedio contro l’insonnia
Articolo successivoCome allontanare le mosche con questi rimedi naturali