Psoriasi: le cause

0
1220

La psoriasi è una patologia infiammatoria della cute. Secondo le statistiche, circa il 3% della popolazione ne soffre. I sintomi sono solitamente cronici e nella maggioranza dei casi recidivi.

Le cause della psoriasi non sono ancora del tutto certe, tuttavia i sintomi sono evidenti e molto fastidiosi. Appare con placche eritomatose rosee inizialmente e argentee successivamente. Hanno una forma irregolare. Le zone più colpite sono gomiti, ginocchia, dorso delle mani, cuoio capelluto e unghie. Nella variante più grave, può essere estesa in tutto il corpo.

Le cause della psoriasi restano per la scienza un mistero ancora fitto da svelare. Sembra comunque che predomini una predisposizione genetica. Altri fattori correlati possono essere problemi ambientali e immunologici. Gli esperti hanno evidenziato che, sono più predisposti a soffrire di psoriasi, coloro che soffrono di ansia e sono stati vittime di episodi emotivi piuttosto stressanti.

Tra le altre possibili cause della psoriasi vi sono gli squilibri alimentari, ormonali e metabolici. La psoriasi non è contagiosa ne infettiva, pertanto non esiste la possibilità di contrarla da altre persone. E’ comunque sconsigliata l’auto-diagnosi. Deve essere il dermatologo a procedere con l’esame della pelle effettuando uno scraping cutaneo o il grattamento metodico di Brocq. In base al risultato, saprà dirvi se soffrite o meno di psoriasi.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMal d’auto: i rimedi naturali
Articolo successivoLe proprietà dei frutti rossi
La Redazione del portale SoluzioniBio.it - dedicato ad Alimentazione Sana, Benessere e Stile di Vita, Prodotti Naturali e Bio, Cosmesi Naturale e Rimedi Naturali (quelli "della nonna", della nostra preziosa tradizione che non deve andare dispersa) - è composta da editori e giornalisti appassionati al tema del vivere bene fisico e psichico, seguendo il più possibile la Natura, evitando al massimo di intossicare il corpo e l'ambiente di vita con sostanze chimiche che portano con sé sempre degli effetti collaterali e nocivi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here