Capelli sani e lucidi: il segreto per una chioma splendida arriva dalla Cina

0
2603

Le donne cinesi sono famose per la loro chioma sempre lucida e perfetta. Ma come fanno ad avere capelli sempre così belli, fluenti e sani? Se ve lo siete sempre chiesto, il loro segreto di bellezza, che vale anche per la pelle, ha un nome preciso: è l’acqua di riso fermentata. È questo il prezioso alleato che le donne che vivono in alcune zone della Cina e del Giappone usano fin dall’antichità per avere capelli (non a caso spesso lunghissimi, a volte fino al pavimento) e pelle nutriti. Il loro segreto stava proprio nel lavare i capelli con l’acqua del lavaggio del riso.

Un’acqua che contiene sali minerali, vitamine, antiossidanti e altre sostanze preziose per mitigare gli effetti del tempo che passa, lenire l’epidermide in caso di scottature, minimizzare i pori e migliorare il colorito della pelle. Inoltre l’acqua di riso contiene l’inositolo, una sostanza che migliora elasticità dei capelli e ripara i capelli danneggiati. Fare nostro questo segreto beauty, dunque preparare in casa l’acqua di riso, è un gioco da ragazzi. Basta mettere in un contenitore 2 tazze di acqua e mezza tazza di riso che, dopo un quarto d’ora, va scolato.

Se avete tempo potete anche far bollire il riso, scolarlo, diluire l’acqua di cottura con dell’acqua comune (altrimenti è troppo concentrata) e applicarla su pelle o capelli. Ancora più efficace però è lavare i capelli con l’acqua di riso fermentata. Procedimento: lasciate l’acqua di riso riposare a temperatura ambiente per 2 giorni, periodo in cui inizierà a fermentare e diventare acidula.

Fatela poi bollire, raffreddatela ed è pronta per essere usata su pelle e capelli, non prima di essere diluita. Lavate il viso con quest’acqua oppure usatela per risciacquare i capelli. Quella che avanza potete tranquillamente conservarla in frigorifero e utilizzarla in seguito, ma entro una settimana. Per renderla più gradevole e profumata, poi, potete aggiungere un paio di gocce di un olio essenziale.

Metti il bicarbonato sui capelli, poi risciacqua con l’aceto. Il risultato? Sorprendente