Appuntamento con la menopausa: cosa devi fare per viverla meglio

0
768

La menopausa non è una malattia ma un momento fisiologico della vita della donna che coincide con il termine della sua fertilità. Tuttavia in questo periodo della vita alcune donne accusano dei disturbi per i quali esistono cure e rimedi utili a garantire loro comunque una buona qualità di vita. In genere si verifica tra i 45 ed 55 anni di età, ma non sono rare menopause precoci e tardive. Già alcuni mesi prima della cessazione delle mestruazioni si osservano alterazioni del ciclo mestruale (mestruazioni ravvicinate e abbondanti oppure più distanziate tra di loro). Nello stesso periodo le ovaie cessano la loro attività e, di conseguenza, diminuisce nel sangue la quantità degli estrogeni, cioè di quegli ormoni prodotti fino allora dalle ovaie.

La diminuzione degli estrogeni può provocare alcuni disturbi e sintomi, sia di natura neurovegetativa (vampate di calore, sudorazioni profuse, palpitazioni e tachicardia, sbalzi della pressione arteriosa, disturbi del sonno, vertigini, secchezza vaginale e prurito genitale), sia di natura psicoaffettiva (irritabilità, umore instabile, affaticamento, ansia, demotivazione, disturbi della concentrazione e della memoria, diminuzione del desiderio sessuale). Le conseguenze più importanti del calo degli estrogeni sono: l’aumento del rischio cardiovascolare (infarto cardiaco, ictus cerebrale, ipertensione), le patologie osteoarticolari, in particolare l’aumento dell’incidenza dell’osteoporosi.

Ecco le regole basilari da seguire per assicurarsi una menopausa felice: mangiare cibi freschi e sani, bere a sufficienza ogni giorno per assicurare la giusta idratazione all’organismo, praticare regolarmente una ragionevole attività fisica, evitare di fumare e bere troppi alcolici, cercare di non lasciare che stress e preoccupazioni si insinuino tra gli impegni quotidiani, assumere integratori multivitaminici e minerali quando periodi di studio o lavoro intensi, malattie o squilibri nutrizionali rischiano di far restare a corto di microelementi essenziali.

Per contrastare gli effetti della menopausa si può fare ricorso alla natura. Grazie alla presenza dei suoi flavonoidi la salvia è un aiuto in caso di problematiche legate al ciclo mestruale, amenorrea, crampi e spasmi, riequilibra il sistema ormonale e in menopausa è efficace nell’alleviare uno dei sintomi più ricorrenti che sono le vampate di calore. Possiamo utilizzare le foglie fresche di salvia per preparare degli infusi, non gradevolissimi al palato, oppure in commercio troviamo l’estratto idroalcolico da disciogliere in poca acqua.

Gli Isoflavoni di Soia sono simil-estrogeni, sono appunto fitoestrogeni. In menopausa proteggono l’organismo femminile da alcune malattie importanti quali il tumore al seno, l’innalzamento del colesterolo, l’osteoporosi.

Il trifoglio rosso è un rimedio che contiene isoflavoni, che agiscono da fitoestrogeni, in grado di supportare la caduta ormonale, e anche di prevenire il sopraggiungere dell’osteoporosi.Il trifoglio rosso possiede proprietà antiossidanti e ipocolesterolemizzanti. È bene chiedere sempre il parere del medico, poiché il trifoglio rosso interagisce con alcuni farmaci, in particolare con gli anticoagulanti e con contraccettivi orali a base di estrogeni.

Aperitivo light? È possibile: le alternative valide durante la dieta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here