Rimuovere il cerume in modo naturale: come pulire a fondo le orecchie (senza rischi)

0
2694

Impariamo a rimuovere il cerume in modo naturale. Ma prima è doverosa una premessa: cosa è il cerume? Si tratta di una sostanza prodotta dalle ghiandole del condotto uditivo che a serve proteggere l’orecchio dagli agenti esterni potenzialmente patogeni come virus e batteri. Dunque è normale e giusto che nelle orecchie ci sia il cerume.

Il problema si pone quando la produzione di cerume è eccessiva e porta all’insorgenza di alcune problematiche come ronzii, sensazione orecchio ovattato, prurito, acufeni. In quel caso è meglio eliminare il cerume in eccesso. Sì, ma come? Ormai sappiamo che i cotton fioc non devono essere usati per pulire l’orecchio perché spingono il cerume ancora più in profondità peggiorando la situazione. I cotton fioc vanno bene per pulire la parte esterna dell’orecchio ma non vanno mai usati per pulire il condotto uditivo.
Vediamo in che modo possiamo rimuovere il cerume dalle orecchie usando metodi naturali e che non danneggiano questa parte del corpo così importante. L’acqua salata, per esempio, funziona benissimo. E non fa male. Continua a leggere dopo la foto

Con la soluzione salina, infatti, è possibile pulire le orecchie in profondità: la miscela di acqua e sale ammorbidisce il cerume e ne rende più facile la fuoriuscita. Cosa serve: un cucchiaino di sale, mezzo bicchiere di acqua calda, del cotone. Fate sciogliere il sale nell’acqua calda, poi, immergete il cotone della soluzione e, con estrema delicatezza, strizzatelo nel condotto uditivo. A questo punto restate con la testa inclinata per qualche minuto per far arrivare la soluzione a “destinazione”.

Ripetete l’operazione nell’altro orecchio. Quando avete concluso il procedimento, pulite la parte esterna dell’orecchio con un panno asciutto e pulito.
Tra i rimedi vecchi come il mondo per eliminare il cerume dalle orecchie in modo naturale c’è l’olio di oliva. È molto semplice usarlo ed è efficacissimo. Continua a leggere dopo la foto

Scaldate un po’ di olio di oliva e, con un contagocce, mettetelo nell’orecchio (una goccia alla volta). Tenete la testa inclinata per qualche minuto, tamponate e ripetete dall’altra parte. Importante: il tappo di cerume non verrà via immediatamente, saranno necessari alcuni giorni di trattamento per avere dei risultati.

Anche l’acqua ossigenata è un ottimo rimedio per rimuovere i tappi di cerume dalle orecchie. Oltre ad ammorbidire il cerume, l’acqua ossigenata disinfetta il condotto uditivo e blocca la proliferazione di batteri o virus responsabili delle infezioni. Come usarla: serve un cucchiaino di acqua ossigenata al 3%, la stessa quantità di acqua e un contagocce. Mescolate i due ingredienti e con il contagocce versate 4 gocce di miscela nelle orecchie. Continua a leggere dopo la foto

La miscela dovrà agire almeno 10 minuti in ogni orecchio. Una volta trascorso il tempo, prendete un panno umido e pulite la parte esterna dell’orecchio da eventuali residui di cerume che saranno venuti in superficie.

Per rimuovere il tappo di cerume potete provare anche con una siringa. Ammorbidite il cerume con l’olio caldo, tagliate a mezza luna un piatto di carta (andrà accostato all’orecchio per raccogliere l’acqua che uscirà immediatamente), scaldate dell’acqua (non più di 37°) e prendete una siringa senza ago. Riempite la siringa con l’acqua calda, piegate la testa e, delicatamente, spingete l’acqua nell’orecchio. Dopo aver inserito l’acqua, essa, insieme al cerume, uscirà dal vostro orecchio (ecco perché il piatto vi sarà molto utile). Ripetete l’operazione due o tre volte per ogni orecchio. La cosa importante è spruzzare l’acqua con estrema delicatezza per evitare di danneggiare il timpano.
Al posto dell’acqua potete usare anche la camomilla che è antisettica ed emolliente.

Cattivo odore intimo, i rimedi naturali che lo neutralizzano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here