Denti gialli, rimedi naturali per un sorriso bianchissimo

0
1005

Un sorriso bianco e smagliante è il sogno di ognuno di noi. Vediamo sui social o in tv quei denti bianchissimi delle star e ci chiediamo come facciano ad avere quei denti così brillanti visto che i nostri sono opachi, giallini e ci mettono un po’ a disagio. Il nostro sorriso, si sa, è il nostro biglietto da visita. E vorremmo che fosse perfetto (così come vorremmo che fossero sempre a posto anche i capelli e che non avessimo le rughe, ma questa è un’altra storia).

Ma come mai abbiamo i denti gialli? Bisogna iniziare con il dire che siamo tutti diversi e che anche il colore dei denti cambia da persona a persona. Qualcuno fortunato nasce coi denti bianchissimi e, pur bevendo caffè e fumando, continua ad averli bianchi. Ci sono invece persone che hanno una colorazione dei denti più scura e alcune abitudini non fanno che peggiorarla. Ovviamente il tempo non aiuta e, anno dopo anno, i denti diventano sempre meno bianchi, sempre meno brillanti, sempre meno da star. Questo succede sia per le abitudini sbagliate che accumuliamo, ma anche per via del fatto che la pellicola dello smalto diventa più sottile, rendendo più visibile la dentina che ha un colore che vira verso il giallo. Inoltre lo smalto dei denti assorbe ciò che mangiamo e ciò che beviamo e i denti diventano gialli. Ma non tutto perduto e qualcosa ancora si può fare per avere un sorriso smagliante. Continua a leggere dopo la foto


I frutti ricchi di acido malico (come le fragole e le mele), per esempio, vengono in nostro soccorso grazie alla presenza al loro interno di una molecola in grado di contrastare le macchie dello smalto. Anche i frutti acidi come arancia, pompelmo e limone sono una bomba: essendo leggermente erosivi, possono far sbiancare i denti rimuovendo le macchie. E se questi frutti vanno consumati in abbondanza, ce ne sono altri da evitare. Per esempio la liquirizia, la curcuma, il cacao, il vino e le barbabietole.

Tra i cibi sì, ci sono anche le pere, le carote, i cetrioli, la lattuga. Si tratta di alimenti che contengono nutrienti in grado di creare una pellicola sullo smalto dei denti che impedisce che si macchino. Anche i formaggi sono utili visto che le proteine in essi contenute neutralizzano gli acidi di altri alimenti.
Ma ci sono anche alcuni rimedi naturali davvero efficaci per sbiancare i denti. Il primo è il bicarbonato. Come usarlo: prepara una pasta a base di bicarbonato e due gocce di limone da strofinare sui denti per qualche minuto. I denti saranno subito più bianchi e brillanti. Continua a leggere dopo la foto


Ma occhio: il bicarbonato corrode lo smalto e aumenta il rischio di carie. Quindi questa operazione va fatta non più di una volta al mese.
Il rimedio della nonna per eccellenza per sbiancare i denti è la salvia. Basta masticare qualche foglia una volta ogni tanto per avere subito dei denti più lucidi e chiari. Ovviamente il risultato non sarà eclatante come quello che si otterrebbe con lo sbiancamento professionale del dentista ma di certo si noterà una differenza (e il bello è che non si sarà speso un solo euro).

Tra i rimedi per sbiancare la dentatura non possiamo non menzionare il succo di limone che agisce soprattutto sulle macchie provocate da fumo e caffè. Come il bicarbonato, può corrodere lo smalto quindi non va usato più di una volta al mese. Come sbiancare i denti col limone: immergi lo spazzolino nel succo di limone e sfrega per qualche minuto sui denti. Continua a leggere dopo la foto

Anche il carbone vegetale, che si trova facilmente in farmacia, è un altro rimedio super per rendere i denti più bianchi e luminosi. Come si usa: metti un po’ di polvere sullo spazzolino inumidito e lava i denti. Non usare il dentifricio insieme al carbone altrimenti potresti graffiare i denti.

E che dire dell’arancia? La parte interna della sua scorza, strofinata direttamente sui denti per 40 secondi, è in grado di sbiancare i denti. Il merito è del mesocarpo, ossia della parte bianca che si trova tra la scorza e gli spicchi. Una volta strofinata la scorza, i denti vanno lavati dopo una ventina di minuti.

Anche l’acqua aiuta a sbiancare i denti. Come riporta GreenMe, lo ha detto il famoso dentista americano Connelly. Secondo il suo parere, degli sciacqui di 30 secondi dopo mangiato aiutano a prevenire le macchie. E ricordate: i denti non vanno lavati subito dopo mangiato! Perché se è vero che questo impedisce la formazione della carie, è anche vero che impedisce allo smalto di recuperare la sua durezza…

Soffri di insonnia? “Curati” con l’acqua e dormirai come un bambino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here