Miele di Manuka, potente antibatterico e curativo di molti disturbi

0
2240
Miele di Manuka, potente antibatterico e curativo di molti disturbi

Non tutto il miele è uguale: il miele di Manuka, che troviamo anche nella preparazione dell’ononimo gelato, quando è prodotto da “gelaterie naturali”, proviene da api di origine europea che si nutrono dell’albero di Manuka, una pianta originaria della Nuova Zelanda, molto simile all’albero del tè (Tea tree, Melaleuca alternifolia) che cresce allo stato selvatico in Nuova Zelanda e in Australia sud-orientale.
Ma cos’ha in più rispetto agli altri il miele di Manuka e come riconoscerlo?

Miele di Manuka

Perché il miele di Manuka fa bene

Probabilmente hai sentito che il miele grezzo può accelerare la guarigione di piccoli tagli o ustioni. Questo perché il miele ha naturalmente un lieve effetto antisettico quando viene a contatto con la pelle.
Studiando questo effetto, i ricercatori hanno trovato qualcos’altro al lavoro esclusivamente nel miele di Manuka che lo rende un potente antibatterico.

È così potente che negli studi di ricerca, il miele di Manuka è stato efficace nel combattere dozzine di ceppi batterici, tra cui varietà resistenti agli antibiotici come l’MRSA. Le azioni antimicrobiche sono dovute alla sua elevata concentrazione di metilgliossale (MG), e più MG ha il miele, più forte è il suo effetto antibiotico.

Come riconoscere il miele di Manuka

Una cosa incredibilmente utile su questo miele sono gli standard di produzione ed efficacia. La potenza del vero miele di Manuka è valutata tramite il “fattore Manuka unico” o il punteggio UMF. Più alto è il punteggio UMF più MG contiene e quindi più forte il potere antibatterico che ha (occorre un UMF di almeno 10). Cerca dunque marchi che espongano un punteggio UMF >= 10 o che riportino la dicitura “miele di manuka attivo”.

Miele di Manuka

Come utilizzare la meglio il miele di Manuka

Miele di Manuka per uso interno
L’assunzione orale del miele di Manuka è utile per il trattamento dei disturbi gastrointestinali e per stimolare il sistema immunitario. In genere si assumono due cucchiaini al giorno prima dei pasti in caso di problemi digestivi o nell’arco della giornata se lo scopo è quello di stimolare le difese immunitarie o di avere sollievo da mal di gola, raffreddore e disturbi alle vie respiratorie.
Il miele di Manuka può essere assunto puro o disciolto in infusi e tisane, in un bicchiere d’acqua tiepida o in un succo di frutta.