Rimedi naturali e alimentazione per mantenere l’abbronzatura più a lungo

0
1219
Rimedi naturali e alimentazione per mantenere l’abbronzatura più a lungo

Giunti alla fine del mese di agosto, lasciamo lentamente alle spalle sole, mare e vacanze.
Alcuni di noi sono già rientrati a lavoro, altri si godono la fine delle ferie.

In vacanza, si sa, i ritmi si fanno più lenti e siamo naturalmente portati a mangiare cibi freschi e a dormire più a lungo. Questo fa bene alla mente e al corpo, che si rigenera in maniera completa. Anche i bagni nell’acqua di mare o le lunghe escursioni montane producono benessere al fisico, sopratutto se inondati dei benefici raggi solari.

Per gusto o no, l’abbronzatura fa bene purché sia presa gradualmente e con le dovute protezioni. La tintarella è infatti utile per la sintetizzazione della vitamina D, che aiuta il sistema immunitario, risultando essenziale anche per una corretta mineralizzazione delle ossa e dei denti. Inoltre, interviene nella regolazione del metabolismo del calcio e del fosforo, in quanto ne regola l’assorbimento intestinale. Abbronzarsi nella giusta maniera fa bene, oltre a donare un colorito più sano e florido al nostro incarnato.

Come fare, dunque, a mantenere più lungo questo piacevole colore della pelle?

I rimedi naturali che fanno durare di più l’abbronzatura

Esistono alcuni rimedi naturali che possono ritardare la sparizione dell’abbronzatura. Vedere la nostra pelle più a lungo dorata aiuterà anche la nostra mente a riportarci con il pensiero alle vacanze, rilasciando una sensazione di benessere e tranquillità per affrontare meglio lo stress del rientro a lavoro.

Prima di tutto, occorre idratare la nostra pelle per non renderla particolarmente secca. Utilizzare mattina e sera un olio di carota, anche dopo la doccia, renderà la pelle più morbida e meno predisposta al naturale cambiamento post-sole.

Anche il burro di karitè è utile per mantenere l’idratazione ed evitare arrossamenti in quanto estremamente lenitivo. Un ottimo dopo sole è, inoltre, l’aloe vera che mantiene la tintarella ed evita la secchezza dopo l’esposizione solare.

Imbatterci in una buona erboristeria è ottimo per cercare una crema al mallo di noce. Essendo un colorante naturale, farà risaltare ancor di più il colore ambrato della pelle, contribuendo a proteggerla ed idratarla anche per successive esposizioni.

Infine un rimedio antico: immergersi in una vasca piena di acqua e the contribuirà al consolidamento dell’abbronzatura, rendendo il pigmento della pelle più uniforme e colorato che mai!

Per quanto riguarda riti quotidiani, come la pulizia del viso serale per le donne o farsi la barba di mattina per gli uomini, è utile scegliere sempre prodotti non aggressivi. In particolare, per togliere il trucco, è consigliato un olio, come l’olio d’oliva. Rimuove completamente il make-up senza lasciare tracce, ma permette al colorito abbronzato di non diminuire.

Un’alimentazione corretta può aiutare a mantenere l’abbronzatura più a lungo

Mantenere una corretta alimentazione è importantissimo per far sì che l’abbronzatura duri di più. Come già detto in precedenza, l’idratazione della pelle è importante. Non solo da fuori, ma sopratutto dentro. Bere, infatti, molta acqua, fa bene perché idrata dall’interno il nostro corpo, e mantiene i tessuti elastici. Anche il the verde e il the matcha son indicati per mantenere più a lungo l’abbronzatura. Così come i cibi che contengono vitamina A (che ha il potere di stimolare la melanina) e betacarotene, sostanza indispensabile per l’assunzione e il mantenimento della pelle dorata.

Sono infatti indicati: carote, pesche, albicocche, solo per citare frutta e verdura di stagione, ma anche pomodori, fragole peperoni, anguria e melone. Ci sono, poi, grandi alleati come i cibi che contengono Omega 3 e 6, e vitamina E, perfetti alleati di un’abbronzatura che dura più a lungo: pesce, latte, frutta secca e olio di girasole.
Se consumati quotidianamente, nelle giuste dosi, e accompagnati da una buona idratazione e dalla corretta assunzione di sali minerali, questi cibi aiuteranno a mantenere una perfetta abbronzatura anche quando le vacanze saranno solo un ricordo.

Le cose da evitare

Ci sono semplici accorgimenti da evitare per non rischiare di eliminare l’abbronzatura o farla diventare “a macchia”.
Sicuramente c’è il divieto di utilizzare sostanze chimiche troppo aggressive che danneggiano la pelle, rendendola scura e secca. Anche il rituale della pulizia del viso è consigliabile con prodotti di cosmesi naturale affinché la pelle delicata della faccia ritrovi il suo naturale equilibrio.

Evitare, inoltre, di mangiare cibi troppo ricchi di grassi e zuccheri è indispensabile per non creare squilibri che diano luogo a sfoghi superficiali. Anche i succhi di frutta zuccherati sono da evitare, meglio idratarsi con acqua e limone o the.

Infine, è bene non utilizzare scrub chimici aggressivi: potrebbero danneggiare l’epidermide anziché donargli quella morbidezza e setosità che invece cerchiamo per un colore più intenso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here