Pancia dura e gonfia, un sintomo banale che può nascondere qualcosa di serio

0
11872

La pancia dura e gonfia è un problema con il quale abbiamo a che fare molto spesso. Le donne, poi, sono più predisposte perché, col ciclo mestruale di mezzo, le cose sono assai più complicate. Ma questo lo sappiamo già. Cosa ci porta ad avere la pancia gonfia? Ci possono essere cause mediche e cause non mediche. Tra le cause più banali, o comunque meno preoccupanti, ci sono soprattutto problemi intestinali legati, in modo particolare, all’assunzione di determinati cibi che, appunto, gonfiano la pancia.

Anche una cattiva digestione o un periodo di stress importante possono provocare il gonfiore e l’indurimento della pancia. Come abbiamo già detto, anche il ciclo mestruale, la sindrome premestruale e la menopausa creano scombussolamenti a livello di addome.
Poi, purtroppo, ci sono anche malattie più serie che si manifestano con il gonfiore e l’indurimento della pancia. Tra queste ci sono il tumore all’ovaio e al colon.
Ci sono anche cause meno gravi, come squilibri della flora batterica o calcoli alla cistifellea. Anche le disfunzioni della tiroide e le intolleranze alimentari possono manifestarsi con problemi di pancia. Continua a leggere dopo la foto


A volte la pancia gonfia può essere provocata da infiammazioni dell’intestino come la rettocolite ulcerosa o il morbo di Crohn. Sono malattie che hanno sintomi simili a quelli della colite ma sono tutt’altra cosa: sono malattie molto serie che non vanno trascurate. La prima, per esempio, è una infiammazione della mucosa intestinale che si manifesta con sangue nelle feci, meteorismo, dimagrimento, febbre e, appunto, pancia dura e gonfia. La malattia, che pare avere come causa un sistema immunitario debole, si cura con una dieta adeguata, integratori e, all’occorrenza, antinfiammatori.

Il morbo di Crohn, invece, non colpisce soltanto l’ultimo tratto dell’intestino ma può colpire tutto l’apparato digerente. Oltre al gonfiore addominale, il morbo di Crohn si manifesta con tensione, crampi, difficoltà ad andare al bagno. Continua a leggere dopo la foto


Possono essere presenti sangue e muco nelle feci. In tal caso, è d’obbligo contattare il gastroenterologo che vi sottoporrà a una visita per capire quale sia il problema. Quasi sicuramente, se ci sono sintomi sospetti, il medico suggerirà una colonscopia.

La stitichezza cronica è un altro di quei problemi che può provocare gonfiore e dolore addominale. Innanzitutto, prima di spiegare, capiamo cosa si intenda con “persona stitica”. Si tratta di una persona che va al bagno una o due volte a settimana. La stitichezza può durare dei periodi limitati ma può anche essere cronica. In tal caso le conseguenze sono piuttosto fastidiose. Cosa fare? Bere più acqua, mangiare legumi, tanta frutta e verdura, evitare grassi e zuccheri, preferire i cereali integrali a quelli raffinati. Continua a leggere dopo la foto


Anche l’attività fisica migliora l’equilibrio intestinale.
Come abbiamo detto anche sopra, purtroppo, a volte, la pancia dura e gonfia è il sintomo di un male grave come il tumore alle ovaie. Della malattia, il gonfiore è uno dei sintomi iniziali.

Ed è accompagnato dalla sensazione di avere qualcosa nell’addome, difficoltà a urinare (ma anche incapacità di trattenere l’urina), dolore pelvico. Tra i sintomi del tumore all’ovaio ci sono anche un aumento di peso repentino e la sensazione di pienezza anche se si è mangiato poco. Ognuno di questi sintomi, se si protrae per molto tempo, va riferito al ginecologo. E comunque, almeno una volta all’anno, ogni donna dovrebbe sottoporsi a una visita ginecologica.

Pancia piatta e sgonfia, per averla ti bastano meno di 10 minuti al giorno