Frizionalo sul cuoio capelluto prima dello shampoo e stop alla caduta dei capelli

0
2008

Succede, che ci i capelli cadano. Il cambio di stagione, troppo sole, uno scombussolamento ormonale, un periodo di forte stress, possono mettere a repentaglio la resistenza dei nostri capelli che, in tutta risposta, iniziano a cadere provocandoci ansia e preoccupazione. Tranquille, capita a tutte. E il più delle volte si tratta di un disturbo transitorio. Anche perché è normale che i capelli cadano: più o meno ne perdiamo un centinaio al giorno e, anche se ci sembrano un’infinità, non sono poi così tanti come sembra. Perderne di più inizia a essere un problema ma, ripetiamo, il più delle volte, si tratta di un problema che dura solo un breve periodo.

Quali sono le cause della caduta dei capelli? Alimentazione sbagliata, stress (maledetto, vuoi proprio rovinarci la vita?), anemia, fattori ereditari, cambiamenti ormonali, ma anche carenza di vitamine o disturbi alimentari possono provocare una copiosa caduta dei capelli. Anche l’uso di prodotti troppo aggressivi può fare male ai capelli, indebolirli e farli cadere.
Ma che dobbiamo fare? Forse piangere sul latte versato? Giammai. Anche perché non servirebbe a nulla. Come a poco o a niente servono i costosi prodotti in commercio contro la caduta dei capelli. E i rimedi naturali funzionano? Se usati con costanza, alcuni sì. Continua a leggere dopo la foto

Per esempio l’aceto di mele, un prodotto versatile e miracoloso anche sui capelli. Basta metterne un po’ su una garza, frizionare sul cuoio capelluto per qualche minuto, attendere che agisca e poi risciacquare abbondantemente. Affinché l’aceto funzioni, bisogna ripetere l’operazione almeno una volta a settimana.

Anche l’olio di cocco può dare una bella mano in caso di caduta dei capelli: va massaggiato con delicatezza sul cuoio capelluto e lasciato agire 30 minuti. Poi si procede al normale lavaggio. Oltre a rinforzare i capelli, l’olio di cocco li renderà più morbidi, lisci e lucenti. Il che significa che vale la pena fare questo impacco ogni volta prima di lavare i capelli.
Sapevate che anche l’hennè rinforza i capelli e ne previene la caduta? Esiste anche nella tonalità neutra che non colora i capelli. In compenso li fortifica e li fa apparire più voluminosi. Può essere mescolato con acqua oppure yogurt e va tenuto in posa per un paio d’ore prima del lavaggio. Continua a leggere dopo la foto

Anche la salvia rafforza i capelli. Ma dai, non si usava solo per condire i ravioli insieme al burro? Si scherza eh… No, comunque. La salvia serve anche per rinforzare la chioma. Come si usa: servono due cucchiai di foglie triturate da tenere in infusione in un litro di acqua di bollente. Quando la miscela si è freddata, la utilizzerete per risciacquare i capelli dopo averli lavati. Oltre a renderli forti e resistenti, li renderà anche super lucidi.

E che dire dell’avocado? Forse vi mette un pensiero metterlo sulla testa? Comprensibile… Però è un peccato perché l’avocado blocca (e previene) la caduta dei capelli. Frullate la polpa di un avocado bello maturo, applicatela sul cuoio capelluto e tenete in posa un’ora prima di lavare i capelli. Si tratta di un impacco perfetto anche se avete i capelli molto secchi o crespi. Continua a leggere dopo la foto


Potete anche provare con l’olio di oliva che idrata e ammorbidisce capelli e cute e favorisce il riequilibrio dei follicoli. Prendetene alcune gocce, massaggiatele sul cuoio capelluto umido e aspettate 30 minuti (o anche di più) prima di procedere al normale lavaggio (che dovrà essere un po’ più approfondito del solito).

In alternativa potete optare per l’Amla, estratto di polvere della pianta indiana Phyllanthus emblica. L’Amla, che si compra in erboristeria, si usa sotto forma di impacco che, oltre a rendere i capelli belli e resistenti, ne previene la caduta. Ora scegliete il rimedio che più vi ispira e diteci la vostra. Qual è il migliore?

Capelli grigi, come coprirli in modo naturale senza andare dal parrucchiere

CONDIVIDI
Articolo precedenteLo sciroppo più efficace per depurare i polmoni si fa in casa, così
Articolo successivoGastrite, come curarla e prevenirla con rimedi naturali

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here