Saponette “fai da te”, ecco le migliori ricette selezionate

0
939
Saponette fai da te, ecco le migliori ricette selezionate

Preparare una saponetta fatta in casa non è affatto difficile ed è alla portata di tutti; basta un minimo di passione e soprattutto seguire le giuste ricette di preparazione, che poi vi daranno grande soddisfazione nell’utilizzo.

Preparare saponette in casa vi permette di decidere in autonomia quali ingredienti naturali utilizzare e dunque ottenere dei detergenti delicati sulla pelle e 100% ecologici. Cosa davvero non da poco!
Inoltre, altro aspetto non trascurabile, si risparmia e si evita packaging inutile.

Infine, una volta che ci avrete preso la mano, potrete realizzare saponette di eccellente qualità anche per fare piccoli/grandi regali ad amici, parenti e colleghi.

In rete si trovano centinaia di ricette e preparazioni per realizzare saponi “fai da te”; noi abbiamo selezionato le seguenti, che ci sono sembrate le migliori.

Saponette “fai da te”, ecco le migliori ricette selezionate

Saponette “fai da te” alla lavanda con cenere e olio di oliva

Ingredienti:
5 litri di acqua
1 chilo di cenere
750 millilitri di olio di oliva
50 grammi di amido
stampi in silicone
olio essenziale di lavanda.

Preparazione:
Mettete acqua e cenere in una pentola capiente e mescolate facendo cuocere a fuoco lento per circa due ore. Preparate poi un secchio, copritelo con un panno bianco e versateci sopra il composto di acqua e cenere (lisciva) in modo da filtrarlo.
In un’altra pentola mettete l’olio di oliva portandolo ad una temperatura di 30 gradi. Nel secchio lasciate mezzo litro di lisciva a cui aggiungerete dell’amido e mescolate.
Versate nell’olio le altre componenti (a parte l’olio essenziale) e poi aggiungete anche il composto di lisciva e amido mescolando ancora bene.
Per rendere le saponette profumate aggiungete ora poche gocce di olio essenziale di lavanda.
Mettete il composto nelle formine da voi scelte e lasciate riposare per almeno quindici giorni.

Saponette “fai da te” con sapone di Marsiglia

Il sapone di Marsiglia è il classico sapone da bucato, che ci fa subito venire a mente il lavaggio dei panni da parte delle nostre nonne alla piletta dell’acqua fuori casa. Vediamo come prepararlo in autonomia.

Ingredienti:
300 grammi di sapone di Marsiglia in scaglie
4 cucchiai di olio di oliva
1 cucchiaio di olio essenziale
stampi in silicone
scorza di limone
una tazza d’acqua

Preparazione:
Versate il sapone di Marsiglia in scaglie in un pentolino e fate cuocere a bagnomaria a fuoco lento per un quarto d’ora. Dopo coprite con un coperchio e mescolate ogni tanto, utilizzando un cucchiaio di legno.
Una volta che il sapone sarà diventato morbido aggiungete l’olio di oliva e l’olio essenziale e mescolate ancora.
Nel frattempo sminuzzate la scorza di limone a cui aggiungerete la tazza d’acqua. Aggiungete poi tutto al composto per il sapone. Nel frattempo preparate gli stampi, spolverateli con del borotalco e versateci il composto. Una volta solidificate liberatele dagli stampi e lasciatele asciugare per una settimana.

Saponette “fai da te” con glicerina

saponette fatte in casa con glicerina

Grazie all’utilizzo della glicerina, possiamo preparare delle ottime saponette per l’igiene personale.

Ingredienti:
glicerina
coloranti naturali alimentari
oli essenziali a vostra scelta
stampi in silicone

Preparazione:
Acquistate un pezzetto di glicerina solida, che potete trovare in farmacia, e fatela sciogliere a bagnomaria. Una volta sciolta versatela negli stampi, aggiungete alcune gocce di colorante naturale alimentare e dell’olio essenziale scelto.
Lasciate solidificare bene il sapone e toglietelo dagli stampi solo quando si staccherà facilmente.

Sapone liquido “fai da te”

sapone liquido fai da te

Ma non solo saponette solide. Molti preferiscono il sapone liquido, facile da utilizzare tramite un comodo dosatore e più vellutato sulla pelle. Ecco allora come preparare un ottimo sapone liquido “fai da te”.

Ingredienti:
50 grammi di sapone di Marsiglia in scaglie
un litro e mezzo d’acqua
olio essenziale (circa 50 gocce)
un cucchiaio di olio di mandorle dolci

Preparazione:
Fate sciogliere il sapone di Marsiglia nell’acqua, fate bollire e aspettate che il sapone si sciolga tutto. Lasciate poi riposare per un giorno. Il composto assumerà una consistenza gelatinosa. Per scioglierlo utilizzate un frullatore ad immersione che inserirete nella pentola con l’aggiunta di un po’ di acqua.
Una volta raggiunta la consistenza giusta, aggiungete l’olio di mandorle, che renderà il sapone molto idratante; versate anche l’olio essenziale e mettete il tutto dentro ad un flacone con dosatore. Il sapone è pronto all’uso.

Saponette “fai da te” arancia e cannella (con soda caustica)

saponette fai da te arancia e cannella

Ingredienti:
Un paio di arance
cannella tritata
soda caustica
olio d’oliva

Preparazione:
Realizzate una “farina” con bucce secche di arancia e cannella frullando tutto assieme. In una seconda ciotola mettete l’acqua di risciacquo del bricco del frullatore.

Dopo aver indossato mascherina, guanti e occhiali protettivi, riponete in una pentola 600 ml di quel brodino presente nel bricco e 250 gr di soda caustica; mescolate per bene e lasciate raffreddare. In una seconda pentola versate 2 litri di olio di oliva, mettete sul fuoco il tutto e portate l’olio alla temperatura di 45°.

Mescolate spesso l’acqua con la soda per fare abbassare velocemente la temperatura: quando anche questa sarà arrivata a 45°, versate l’olio nella pentola con all’interno brodino e soda; con l’aiuto di un frullatore ad immersione frullate molto bene (attenzione a tenerlo sempre verso il fondo della pentola per non rischiare schizzi pericolosi).

Quando sarà arrivato il punto del nastro, ve ne accorgerete perché sulla superficie si formerà una specie di crosticina gelatinosa.

A questo punto versate la farina di arancia e cannella. Mescolate ancora per fare amalgamare e versate negli stampi desiderati (ottimi quelli in silicone per facilitare l’estrazione del sapone dopo 3 giorni dalla produzione). Conservate in luogo fresco e asciutto e dopo 3 giorni circa estraete dai contenitori.
Dopo una stagionatura minima di 4 settimane avrete ottenuto un sapone fai da te naturale, biodegradabile, che rispetta l’ambiente, a chilometro zero e a basso costo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here