Sale nello shampoo. Mai provato? Ecco a cosa serve (che bomba)

0
1639

Si chiama sale di Epsom ed è solfato di magnesio, la cui scoperta risale ai depositi di evaporazione delle sorgive di Epsom. Mai sentito nominare? Strano, perché in genere viene usato per la depurazione dell’organismo. Per esempio è utilissimo per o calcoli al fegato e al dotto biliare, inoltre aiuta la digestione, è un toccasana contro lo stress, elimina le tossine e ha un sacco di proprietà cosmetiche, che lo rendono ideale per la cura dei capelli e del viso.

Si può usare per la pulizia del viso? Basta mescolare mezzo cucchiaino di sale di Epsom all’acqua calda. Non solo: fa miracoli anche sulla pelle secca. Basta mescolare un quarto di carota grattugiata, mezzo cucchiaio di sale di Epsom e un cucchiaino e mezzo di maionese e spalmare il composto sul viso. Dopo aver lasciato in posa una decina di minuti, si rimuove tutto con acqua tiepida. La pelle sarà come nuova. Ma gli usi del sale di Epsom non sono ancora finiti.

Per esempio è un valido alleato contro il mal di testa. Se ne soffrite provate a fare un bagno con un po’ di sale di Epsom. Il sale nell’acqua aiuterà a rilassare i muscoli e rilasciare ogni tensione, che spesso aiuta contro il mal di testa. E ancora: ti si è conficcata una scheggia sotto pelle? No problem: strofina un po’ di sale di Epsom sulla ferita per ammorbidire la pelle e la scheggia si avvicinerà alla superficie.

Se state in piedi per tutto il giorno, è normale lamentare dolori. I sali di Epsom, mescolati a olio d’oliva, possono combattere la pelle disidratata. Passate il composto sui piedi una o due volte alla settimana, la pelle morta verrà rimossa facilmente. Potete anche aggiungere un olio essenziale di vostro gusto.

Ma il vero miracolo, il sale di Epsom lo compie sui capelli grassi, quelli che vanno lavati praticamente ogni giorno. Se sei stanca di lavare sempre i capelli e temi che tutti quei detergenti li rovinino, prova ad aggiungere una manciata di sale di Epsom al tuo normale shampoo. Laverai i capelli e noterete sicuramente un calo dell’unto.

Strudel alla pizzaiola: lo stuzzichino (o antipasto) che piacerà a tutti. Ecco la ricetta

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here