Le proprietà benefiche del timo

mortar with fresh green thyme isolated on white

Il timo è una pianta che, quando si parla di cucina e salute, si rivela utile in molte occasioni. Questo alimento viene chiamato in alcune parti d’Italia erbuccia oppure sermollo. Una spezia benefica e ottima per insapore i piatti, cosa si può chiedere di più?

Il timo rientra nella categoria delle piante officinali e questo grazie alle sue proprietà benefiche, le quali sono di varia tipologia.

Tra le moltissime sostanze che si possono trovare nel timo vi sono:

  • Acqua
  • Fibre
  • Grassi
  • Proteine
  • Vitamine (A, B, C)
  • Aminoacidi (triptofano, leucina, lisina, valina etc)
  • Sali minerali (rame, zinco, ferro, fosforo, calcio, sodio, potassio, manganese e magnesio)

Il timo migliora la digestione, è un ottimo disintossicante, offre un’azione diuretica etc. Insomma è adatto per molti problemi rivolti alla salute. Ovviamente deve essere citato che il timo offre protezione anche contro i radicali liberi!

Le controindicazioni del timo

Per quanto riguarda le controindicazioni del timo basterà, anzi tutto, non esagerare con il suo consumo. Questo è già positivo comunque, dato che non crea particolari effetti se assunto con moderazione. Riguardo la sintomatologia in caso di un consumo eccessivo, ecco un breve elenco:

  • Vomito
  • Difficoltà nel respirare
  • Debolezza
  • Nausea

0 Commenti

Lascia un commento

Lost Password