Non sottovalutare il mal di schiena, potrebbe essere un sintomo del Covid-19

0
4671

Si è parlato a lungo di come il Covid-19 può interessare praticamente ogni organo o tessuto del nostro organismo, eppure, tra tutti i sintomi osservati, uno in particolare fa parlare molto di se, a causa della sua natura capziosa ed insidiosa, ovvero il mal di schiena. Ovviamente le cause scatenanti di tale disturbo possono essere diverse, dalla cattiva postura agli strappi muscolari, eppure, è bene non sottovalutarne il rischio, in quanto anche questo sintomo figura tra quelli dovuti all’infezione da coronavirus. 

Ad accertarne l’affinità tra il mal di schiena ed il Covid-19, è un documento “pubblicato oltre un anno fa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (il Report of the WHO-China Joint Mission on Coronavirus Disease 2019) secondo il quale fra gli oltre 50mila pazienti inclusi in una ricerca sul contagio da Coronavirus, il 15% lamentava dolori muscolari, e spesso si trattava proprio di mal di schiena di varia intensità” come riporta il sito ilgiorno.it. Tra l’altro, si è scoperto come in caso di covid, i dolori muscolari possano essere talmente forti da aver difficolta a respirare, fino a necessitare il ricovero del paziente. 

I dolori articolari e muscolari alla schiena, sono dovuti alla reazione dell’organismo all’infezione del virus ed è “il risultato del rilascio di interleuchine da parte delle cellule del sistema immunitario, che sono proteine che aiutano nella lotta contro gli agenti patogeni invasori” come suggerisce il sito fanpage.it. Secondo gli esperti che studiano l’evoluzione virale del Covid, i dolori alla schiena possono presentarsi specialmente nelle donne di giovane età, manifestandosi solitamente nella fase iniziale della malattia e non deve esser necessariamente accompagnato da altri sintomi tipici dell’infezione. 

CONDIVIDI
Articolo precedenteEcco alcuni consigli utili per avere piedi sempre perfetti
Articolo successivoEcco cosa non dovresti mai fare a digiuno